Vittorio Ferrarini
Si è diplomato Maestro d’Arte all’Istituto d’Arte Paolo Toschi di Parma.

Dal 2005 ad oggi ha tenuto mostre personali in Italia e all’estero.
Ha esposto all’Ente Fiere di Parma, Aula Magna dell’Istituto Toschi, Terme Berzieri di Salsomaggiore, Camera di Commercio di Parma, Castello di Felino, Castello di Varano, Castello di Bardi, Archivio di Stato di Parma, MuseoAgorà di San Secondo,  Teatro Verdi di Busseto e al Teatro Regio di Parma.
Inoltre ha esposto nella Rocca del Principe Meli Lupi di Soragna, Palazzo del Governo Caprara Montpensier a Bologna (sede della Prefettura), Umbria Music Fest di Perugia e molti altri spazi pubblici e privati.
Nell’agosto del 2013 ha vinto il primo premio al “Concorso di Arti Visive Goliardo Padova” promosso dal comune di Tizzano (Parma).
All’estero ha esposto a Praga all’Istituto Italiano di Cultura, (2008, 2010 e 2015) al Castello di Bratislava sede del Parlamento Slovacco (2009), all’Istituto Italiano di Cultura a Vienna (2009), in Francia a Parigi al Carouselle du Louvre, (2009) ed al Centro Culturale Christiane Peugeot (2009).

Vittorio Ferrarini nel suo studio

Ha partecipato alla Biennale d’Arte Internazionale di Malta, (2009 e 2011) conseguendo nel 2009 lo “Special Distinction Award”.
115 delle sue opere, la maggior parte di grandi dimensioni e sotto forma di donazione, sono entrate a far parte del patrimonio artistico di Associazioni Culturali, Aziende private ed Enti pubblici, quali l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma con ben 52 quadri, Casa di Cura Città di Parma, Hospice Piccole Figlie, Hospital Val Parma, Poliambulatori Dalla Rosa Prati, USL, Casa della Salute, Avis, Progetto Itaca, Anffas, varie Case Protette di Parma e Provincia ed Aziende come Paolo Barilla Spa, Dallara Costruzione auto da competizione, Camera di Commercio di Parma, Cariparma Crédit Agricole, Comune di Parma, ENIT di Vienna, Federazione Italiana Rugby di Roma, Ambasciata Italiana di Praga e molti altri ancora.